Probiotici ed Enzimi

Nutrigea offre i piu' potenti strumenti per ripristinare i normali livelli di assunzione dei nutrienti essenziali, come minerali, vitamine, acidi grassi, e di molecole nutriceutiche naturali dotate di proprieta' antiossidanti e antinfiammatorie, immunomodulanti e neurorigeneranti, nonche' per ripristinare la normale vitalita' e capacita' digestiva del tratto gastrointestinale.
 
Tra questi strumenti troviamo i piu' potenti fattori di rigenerazione gastrointestinale: i batteri amici e gli enzimi di derivazione fungina.
Da sempre la tradizione medica pone uno stretto legame tra salute del tratto gastrointestinale e salute generale dell'organismo.
 
Da sempre la tradizione medica pone uno stretto legame tra salute del tratto gastrointestinale e salute generale dell’organismo. La scienza moderna ha chiarito le numerose modalità di questa relazione e, tra queste, particolarmente significativa è quella che viene definita “leaky gut syndrome” (sindrome dell’intestino “che perde”, cioè affetto da microlesioni).

Sempre più studi dimostrano che un numero crescente di individui soffre di questa condizione, caratterizzata più specificamente dalla compromissione della membrana intestinale. Una membrana intestinale “bucata” lascia passare in circolo numerose sostanze: materia fecale, macromolecole proteiche indigerite, molecole tossiche prodotte dalla flora batterica patogena.
Una volta in circolo queste molecole, essendo riconosciute come sostanze estranee dall’organismo, danno vita ad un’immediata reazione immunitaria (ed è per questo che da oltre un secolo si parla di “leucocitosi digestiva”, il fenomeno per il quale dopo un pasto si registra un notevole aumento dei leucociti immunitari circolanti).
Si formano così i cosiddetti CIC (complessi immunitari circolanti) che, inizialmente, sono un modo efficiente dell’organismo per neutralizzare le sostanze tossiche estranee ma, con il tempo, la loro produzione diventando cronica e in eccesso, finiscono per danneggiare il nostro stesso organismo, dando origine a fenomeni immunitari cronici come allergie e intolleranze, o a quelle lesioni articolari, cardiovascolari, neurologiche, etc., da cui derivano le principali patologie di tali sistemi.
Il modo migliore per riparare a questa grave e sempre più diffusa condizione è quello di integrare la dieta con adeguati supplementi probiotici ed enzimatici: i batteri amici operano per riparare la membrana intestinale e proteggerla dalla flora patogena; gli enzimi prevengono il rischio che molecole indigerite vadano a produrre lesioni della membrana intestinale e, se usati in maniera sistemica, possono andare a neutralizzare le molecole dannose circolanti.

Ovviamente, probiotici ed enzimi hanno anche numerose altre attività benefiche, dalla migliore assimilazione dei nutrienti alla produzione di importanti vitamine, dalla stimolazione diretta ed indiretta di importanti componenti immunitarie alla difesa contro i principali fenomeni degenerativi dell’organismo.

Da sempre la tradizione medica pone uno stretto legame tra salute del tratto gastrointestinale e salute generale dell’organismo. La scienza moderna ha chiarito le numerose modalità di questa relazione e, tra queste, particolarmente significativa è quella che viene definita “leaky gut syndrome” (sindrome dell’intestino “che perde”, cioè affetto da microlesioni).

Sempre più studi dimostrano che un numero crescente di individui soffre di questa condizione, caratterizzata più specificamente dalla compromissione della membrana intestinale. Una membrana intestinale “bucata” lascia passare in circolo numerose sostanze: materia fecale, macromolecole proteiche indigerite, molecole tossiche prodotte dalla flora batterica patogena.
Una volta in circolo queste molecole, essendo riconosciute come sostanze estranee dall’organismo, danno vita ad un’immediata reazione immunitaria (ed è per questo che da oltre un secolo si parla di “leucocitosi digestiva”, il fenomeno per il quale dopo un pasto si registra un notevole aumento dei leucociti immunitari circolanti).
Si formano così i cosiddetti CIC (complessi immunitari circolanti) che, inizialmente, sono un modo efficiente dell’organismo per neutralizzare le sostanze tossiche estranee ma, con il tempo, la loro produzione diventando cronica e in eccesso, finiscono per danneggiare il nostro stesso organismo, dando origine a fenomeni immunitari cronici come allergie e intolleranze, o a quelle lesioni articolari, cardiovascolari, neurologiche, etc., da cui derivano le principali patologie di tali sistemi.
Il modo migliore per riparare a questa grave e sempre più diffusa condizione è quello di integrare la dieta con adeguati supplementi probiotici ed enzimatici: i batteri amici operano per riparare la membrana intestinale e proteggerla dalla flora patogena; gli enzimi prevengono il rischio che molecole indigerite vadano a produrre lesioni della membrana intestinale e, se usati in maniera sistemica, possono andare a neutralizzare le molecole dannose circolanti.

Ovviamente, probiotici ed enzimi hanno anche numerose altre attività benefiche, dalla migliore assimilazione dei nutrienti alla produzione di importanti vitamine, dalla stimolazione diretta ed indiretta di importanti componenti immunitarie alla difesa contro i principali fenomeni degenerativi dell’organismo.

Nutrigea © 2015 Tutti i diritti riservati. -
Tel. +378 (0549) 942019
Fax +378 (0549) 942664
HYPPOCRATICA S.R.L. - COE: SM26034
Mail: info@hyppocratica.com
Realizzazione Siti Internet